FOOD & BEVERAGE

SAILOVER ha selezionato i migliori prodotti della tradizione sarda per concedervi un'esperienza davvero autentica.

Tutto ciò è stato possibile grazie al fortunato incontro con Sapori di Sardegna con cui condividiamo profondamente la passione per il cibo, il territorio e le tradizioni della Sardegna.


SAPORI DI SARDEGNA

Sabores è la classica bottega italiana e insieme un progetto culturale di ricerca, animato dalla passione per il cibo, il territorio e le tradizioni della Sardegna. E’ Il punto di arrivo di 80 anni di cammino alla ricerca del meglio delle piccole produzioni enogastronomiche.

Punto di riferimento a Cagliari, nel quartiere Marina, è crocevia di produttori, abitanti del quartiere, sardi in partenza o di ritorno. Turisti. Un posto dove guardarsi in faccia, acquistare del buon cibo, godere della compagnia reciproca scambiandosi delle storie. Massima attenzione per le piccole produzioni artigianali che ancora resistono; quelle che, nonostante il mondo vada in un’altra direzione, continuano ostinatamente a raccontare il territorio da cui provengono e a preservarne la natura e le tradizioni.
"I prodotti cambiano di continuo, in base agli approdi dei nostri viaggi nell’isola. Il nostro continuo errare per territori, mappando l’Isola e le sue produzioni ci mette da sempre in collegamento con altri progetti che con noi condividono queste passioni e il piacere dell’accoglienza. SAILOVER è il progetto a cui, metaforicamente, ci sentiamo più vicini. La navigazione è infatti ciò che compiamo quotidianamente - seppur sulla terra, anzi, nell’entroterra! - alla ricerca di ciò che oggi vi proporremo a bordo. A noi bottegai - che in mare non sappiamo muoverci e siamo più a nostro agio tra i Formaggi - questa metafora ha fatto riflettere sul fatto che nel mare, diversamente dalla terra, non sia possibile scavare, seminare, né produrre. Le barche che solcano il mare non si lasciano dietro alcuna traccia. Il mare non ha carattere, nel significato originario del termine, che deriva dal greco charassein, scavare, incidere, imprimere. Ciò non è certo un limite ma una virtù: il mare è libero. Nella navigazione, se dobbiamo "fondare", non siamo dunque rivolti esclusivamente all'esperienza del mare ma ci portiamo sempre appresso una terra.
Ci entusiasma pensare che nell'estrema libertà del mare riaffiorino così, grazie a SAILOVER, un’isola - la Sardegna - e i suoi prodotti."

Visita il sito di Sapori di Sardegna

I PRODOTTI

I vini delle Tenute Dettori

“Meglio perdere l’uva di una stagione che inquinare la terra”. E’ questo il credo del vignaiolo Alessandro Dettori, da Sennori, in provincia di Sassari. A capo dell’azienda di famiglia dal 1998, sostiene da sempre principi produttivi (biodinamica) che lo portano a rinunciare alle scorciatoie. I suoi sono vini naturali, nessun prodotto chimico di sintesi, né in vigna, né in cantina. Unico prodotto utilizzato lo zolfo sulle piante, in piccole quantità. 22 ettari di vecchie vigne, solo 45 mila bottiglie prodotte, Alessandro Dettori è diventato nel corso degli ultimi dieci anni un vero guru per gli amanti del bere bene in Italia e all’estero. Pioniere dei vini naturali, a metà anni 2000 ha dovuto combattere con una critica troppo lenta a recepire la bontà del suo progetto - culturale prima che commerciale - per poi ritrovarsi tra i 100 produttori più importanti d’Italia per gli americani di Wine Spectator. I suoi vini sono la massima espressione del territorio da cui provengono: il Renosu Rosso, Cannonau, Monica e Pascale, dal naso fruttato, speziato e dalla bocca voluminosa, dolce, minerale e spezziata, è il perfetto accompagnamento per i formaggi e i salumi. il Renosu Bianco, Vermentino con una leggerissima aggiunta di Moscato, dal naso aromatico, fruttato, e dall’entrata dolce, controbilanciata dal finale salato è invece il vino perfetto per qualsiasi aperitivo, soprattutto in barca. Il Tuderi, Cannonau in purezza, è un rosso peculiare e aromatico, con note di erbe officinali e pepe rosa, stratificate con armonie cremose di mirtillo rosso, estratto di liquirizia e foglie di tè. Vivace e invitante con concentrati sentori erbacei e fruttati che avvolgono i tannini masticabili. Finale dinamico e duraturo. Vino incredibile. Il Dettori Bianco è un Vermentino unico, nel suo genere. Da Vigne di 55 anni, è prodotto, come tutti gli altri vini delle Tenute Dettori, senza l’aggiunta di lieviti selezionati. Al naso canditi e pompelmo, camemoro e pittosporo; in bocca presenta incenso, menta e resina. Forza e passione mediterranea, vino trascinante.

I formaggi

Nessun cibo è in grado di parlarci del territorio da cui proviene quanto il formaggio. Il formaggio è l’essenza più pura di un luogo e delle sue tradizioni alimentari. In Sardegna questo discorso è ancora più vero. Perché abbiamo un’arte casearia le cui radici affondano nei millenni precedenti. I Pecorini Sardi sono a pieno titolo annoverati tra i grandi formaggi del mondo. Tra questi in particolare due dei tre formaggi a denominazione di origine protetta (D.O.P.): il Pecorino Fiore Sardo D.O.P. e il Pecorino Sardo D.O.P.. Varie sono le ragioni: i pascoli e la natura incontaminata, le pecore e il loro latte, la mano esperta dei pastori e dei casari. Il nostro lavoro di ricerca ci ha portato a selezionare tra i vari produttori e le varie zone di produzione alcune eccellenze capaci di raccontare un mondo che pian piano sembra destinato a scomparire. Sono questi i produttori che a noi piace definire “ produttori della resistenza”, depositari di un’arte nobilissima, di una cultura del territorio che non trova riscontro in nessun manuale o resoconto libresco. Alchimisti, maghi, artigiani, artisti: persone umili che a partire dal pesante lavoro manuale continuano a produrre perle, preferendo mantenere un altissimo standard qualitativo piuttosto che omologarsi alle logiche del mercato e a quella filosofia produttiva del massimo rendimento.
Questo lavoro fotografico è il tentativo di restituire un po’ della genuinità e della qualità del lavoro del nostro amico Giovanni Podda di Orgosolo. Lontano dalla città ma anche lontano dal paese, lontano dal rumore, dal tempo e dalle produzioni seriali. Abbarbicata sulle pendici scoscese del Supramonte Orgolese c’è l’azienda agricola dei Fratelli Podda che proprio Giovanni gestisce insieme ai fratelli. Persone di poche parole. Non c’è tanto da dire, in effetti, quando ci si ritrova in determinati contesti. Subentra una sorta di estasi davanti alla natura: gli odori degli arbusti, il silenzio scalfito solo dal vento, il colore e il paesaggio che a perdita d’occhio non rivela tracce umane sono indicatori di quanto speciale sia questo habitat per le pecore e per il loro latte. Assistere all’affumicatura, effettuata in una piccola stanza a ridosso dell’ovile attraverso un braciere in cui ardono il mirto e il lentischio, è un’esperienza atavica, capace di riportare colui che assiste – scegliendo di bruciarsi gli occhi – al cuore di quel rapporto tra l’uomo e la natura da cui ci siamo allontanati. Un “falso movimento” in avanti che mette a repentaglio quella cultura alla quale dovremmo invece aggrapparci. Ecco: assaggiare e apprezzare questi formaggi è davvero un’esperienza culturale.

I salumi

Le numerose invasioni d'oltremare hanno portato gli abitanti della Sardegna a rifugiarsi nell'entroterra e a votarsi principalmente all'attività della pastorizia. Da qui la predilizione per le carni, principalmente ovine e suine, e le loro trasformazioni in prelibati insaccati che trovano, soprattutto nel territorio dell’entroterra Nuorese, un luogo ideale per dare origine a prodotti unici, allevando spesso gli animali allo stato semibrado. I prosciutti e gli insaccati hanno nella genuinità della ricetta tradizionale la loro carta vincente: composti solo con la polpa del maiale e il suo grasso, conditi generalmente con sale e pepe, magari arricchiti di anice, vengono affumicati e tenuti a stagionare. In Ogliastra, a Villagrande, è possibile trovare i migliori prosciutti preparati con le carni di un suino di razza sarda certificata che vive allo stato brado, caratterizzati da una polpa rosata e da un sapore vagamente e piacevolmente piccante. Altra prelibatezza è la Mustela, il lombo di suino e i filetti di Cinghiale e di Capra.

Il Mare: la bottarga e l’anguilla

Non poteva mancare a bordo la bottarga. Il “Caviale della Sardegna”, uova di Muggine (Cefalo), salate ed essiccate ancora oggi nel medesimo modo insegnatoci dai fenici. Cibo saporito e nutriente, in passato veniva consumato dagli stessi marinai che lo portavano con loro durante la navigazione, oggi la bottarga è diventata una delle eccellenze più ricercata dai gastroviaggiatori. Con Olio d’ oliva e abbinata a qualsivoglia verdura di stagione è uno degli alimenti tipici della Sardegna in grado di regalare estasi. Anche l’anguilla affumicata, ha percorso lo stesso cammino: da cibo popolare ad ingrediente gourmet che su pane e burro trova il suo migliore compimento.

Vuoi vivere un'esperienza fatta di mare, vento e buon cibo?

prenota

Contatti

Vuoi conoscere meglio SAILOVER e tutte le sue attivitĂ ? Hai bisogno di assistenza o informazioni commerciali? Compila il form e invia la tua richiesta.
  • Telefono +39 393 9053722
  • Email info@sailover.net
  • Indirizzo Via S. Rocco, 6
  • CittĂ  09127 Cagliari IT
FACEBOOK INSTAGRAM

Completato!